A+ A A-

[t] I segreti di Ottaviano Augusto e le visite a musei e castelli con Plaisir de culture en Vallée d'Aoste

  • Scritto da Elena Meynet

S'intitola "Plaisirs de culture, en Vallée d'Aoste" ed è la seconda edizione della settimana culturale in cui l'assessorato regionale all'istruzione e cultura della Valle d'Aosta  apre le porte dei suoi "gioielli", in coincidenza con le "Giornate europee del patrimonio". Da sabato 20 a domenica 28 settembre, castelli, musei e luoghi di importanza storica ospiteranno visite organizzate e incontri a tema, in una rassegna che attinge molto alle risorse interne, rispettando un budget ristretto a novemila euro. «La manifestazione vuole essere una valida occasione per fruire in modo ampio e democratico dei luoghi di cultura presenti in Valle d’Aosta - spiega l'assessore Emily Rini - e un’ulteriore opportunità per tutti i valdostani, ma non solo, per conoscere e riscoprire la bellezza e l’unicità del patrimonio culturale locale. Per l’occasione l’Assessorato ha voluto organizzare varie attività di promozione e di valorizzazione del patrimonio in collaborazione con numerosi enti e associazioni che operano con lo stesso fine contribuendo così alla ricchezza e alla vitalità dei territori di riferimento».
La settimana culturale si inaugura nel Criptoportico forense di Aosta, accanto alla Cattedrale, venerdì 19 settembre alle ore 18,30, con lo spettacolo "Nessuno - azione teatrale rinchiusa per riconsiderare “il viaggio”", in cui AVVC e Replicante Teatro coinvolgono i detenuti della Casa Circondariale di Brissogne (prenotazione obbligatoria al numero verde gratuito 800 110 051 a partire dal 16 settembre).
Dal castello di Graines, sotto Brusson, al museo "Duca degli Abruzzi" di Courmayeur, toccando anche Gressoney, Sarre e il Sarriod de la Tour di Saint Pierre, si organizzano visite guidate nei luoghi più suggestivi della Valle d'Aosta, senza dimenticare il ponte acquedotto di Pont d'Aël, sopra Aymavilles. Le conferenze partono dal Criptoportico, dove l'archeologa Stella Bertarione sabato 20 settembre alle 18 racconta "I simboli del potere" di Ottaviano Augusto; il 22 alle 18 in biblioteca regionale, Francesca Filippi ripercorre la realizzazione della residenza estiva di Margherita di Savoia, in"Emilio Stramucci e il cantiere architettonico di Castel Savoia a Gressoney-Saint-Jean"; nella sala conferenze del priorato di Sant'Orso, vicino alla celebre Collegiata, Emanuela Lagnier guida alla scoperta delle "Cappelle musicali di Aosta tra XVII e XVIII", giovedì 25 alle 18; la mostra di Gian Paolo Barbieri "La seduzione della moda" al Centro Saint-Bénin offre l'occasione per un approfondimento su "La storia della fotografia di moda", con Daria Jorioz e Raffaella Ferrari, venerdì 26 ore 17; la Fondazione Sapegno ospita nella sua sede alla Tour de l'Archet di Morgex la conferenza "Archeologia e storia nella Valdigne" con Joseph Rivolin, Maria Cristina Ronc, Bruno Germano e Giulia Radin, domenica 21 settembre ore 16.
Si rinnovano anche le proposte al Museo archeologico regionale, con laboratori, conferenze, inviti originali come la conferenza-spettacolo "Riti e miti e danze nel cortile del museo. Il respiro di Madre Terra" di sabato 20 settembre a partire dalle ore 15.

dal 20 al 28 settembre 2014
VALLE D'AOSTA



Plaisirs de culture

Inaugurazione nel Criptoportico forense di Aosta venerdì 19 settembre alle ore 18,30, con lo spettacolo"Nessuno - azione teatrale rinchiusa per riconsiderare “il viaggio”"

Il calendario completo è pubblicato sul sito istituzionale della Regione Autonoma Valle d'Aosta.

@il_trillo

per scrivere a iltrillodeldiavolo.it invia una mail a info@iltrillodeldiavolo.it o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".