A+ A A-

[r] Loredana Faletti: Europa

  • Scritto da Claudia Camedda

Loredana Faletti riunisce in "Europa" sei racconti ispirati da momenti storici che ripercorrono i più importanti eventi che hanno dato una svolta alla storia nel mondo. Apre la scena "1871", con la rivoluzione socialista che in quell'anno condusse Parigi all'autogestione dal 18 marzo al 28 maggio. L'autrice descrive la breve e terribile esperienza dei comunardi che lottano per conquistare con ogni mezzo il ribaltamento dei privilegi della classe borghese e combattono non solo per la scomparsa dell'alta borghesia come classe dirigente, ma anche per sostenere l'avvento politico dei lavoratori. In tal maniera la classe operaia celebra la nascita di una nuova società.
Nel racconto, Loredana Faletti colloca i personaggi che in prima persona raccontano la storia della Comune parigina. Nella descrizione dei fatti i protagonisti intervengono alle assemblee del popolo, combattono dietro alle barricate delle mura della città.
In "Paloma scriveva versi" la Faletti descrive invece la guerra civile spagnola, combattuta dal luglio 1936 all'aprile 1939 fra nazionalisti, militanti del rovesciamento militare del governo eletto in democrazia e le truppe fedeli al fronte popolare che seguivano le ideologie di Marx. La guerra annientò il paese e finì con la caduta della Seconda Repubblica Spagnola. Il Generale Francisco Franco diede inizio alla dittatura franchista. Nel racconto Paloma è una donna divisa fra l'amore di due uomini: il suo amante Barnaba, un camionista, e il marito Don Julian, un nobile. Lei è invece una spia a servizio del Fronte popolare marxista.
In "Dimenticare - Wergessen" la Faletti intrattiene il lettore manifestando i sentimenti che Isa prova per Hans, un soldato tedesco, durante la seconda guerra mondiale. I due giovani si incontrano mentre fuggono dalla loro casa natale. Lei è nativa di Grado, lui di Bolzano. L'autrice descrive così due terre di frontiera. La laguna di Grado confinante con l'Austria, e Bolzano con il Trentino situato geograficamente di fronte alla Germania. Nel contesto storico del secondo conflitto mondiale, la scrittrice mette in rilievo la realtà di queste zone italiane disperse e spezzate dalla distruzione della guerra, contese dalle vicine nazioni straniere oltre confine. La guerra sconvolge anche la mente di Hans che si rivolge a Isa, manifestandole l'impossibilità di dimenticare i travagli e gli orrori dello scontro bellico.
"Amiche" descrive il rapporto di amicizia che rimane fra due ragazze, una italiana e l'altra francese sul terribile sfondo del 1940, quando la seconda grande guerra imperversava in tutto il mondo. "L'aquilone" racconta la storia di un ragazzo francese, Pierre, che durante il secondo conflitto, quando il suo paese è occupato, in campagna costruisce e fa volare un aquilone che invia un messaggio patriottico, simbolo della sua appartenenza alla nazione francese perdente. In "Storia di Odile" c'è invece la realtà sociale della Valle d'Aosta, dove Odile si domanda se l'italiano può sostituire il suo francese.


Loredana Faletti: Europa
2010, Gruppo Albatros Il Filo
91 pagine

@il_trillo

per scrivere a iltrillo.eu invia una mail a info@iltrillo.eu o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".