A+ A A-

[r] In acustico, debutta al Lumiere di Firenze il nuovo tour di Mariella Nava con Anna Meacci

  • Scritto da Enrico Zoi

Parte con il piede giusto, anzi con un bel botto il nuovo tour In Acustico di Mariella Nava, accompagnato dalle esilaranti escursioni della scapigliata Anna Meacci da Sinalunga. Il Teatro Lumiere di Firenze, che ospita il debutto, si riempie e accoglie la strana coppia sul palco con applausi e chiamate a scena aperta.

Certo, ci voleva un'intuizione geniale (e meno male che il buon burattinaio Stefano Mascagni l'ha avuta) per pensare di accostare due mondi apparentemente diversi quali la canzone d'autore di un'interprete come la tarantina Nava e l'ironica, pirotecnica e salace comicità della senese Meacci.
«È stata una follia del manager - dice proprio la Meacci prima di salire sul palco - che ha creduto che io e Mariella avessimo delle affinità elettive. E noi ci siamo dette: proviamoci, perché no? È anche il momento di stare un po' tutti vicini aiutandoci l'un l'altro e condividendo. Così è nata quest'idea di raccontare ciascuna la propria vita attraverso pillole di emozioni e situazioni, utilizzando i nostri rispettivi linguaggi: lei la canzone d'autore e un'anima più impegnata, io la comicità e un'essenza un po' guitta. E pensa che, data la crisi, abbiamo fatto le prove per telefono (la prima volta per me, divertentissimo)! Ci eravamo conosciute anni fa in tv ospiti del Roxy Bar di Red Ronnie, poi siamo rimaste in contatto e informazione reciproca tramite Mascagni, ma ci siamo riviste solo stasera!».
Il concerto snocciola, come in un laico rosario, i successi di Mariella Nava, da Così è la vita a Il cuore mio, da Spalle al muro a Dentro di me e Terra mia, alternandoli a immagini registrate e a duetti con Gianni Morandi, Domenico Modugno e Lucio Dalla, che sono solo alcuni dei big con i quali la cantautrice pugliese ha collaborato. Il pubblico canta e si commuove con lei, difficile non farlo, e poi è pronto, come spugna, ad assorbire quelle che vengono presentate come le esilaranti incursioni di Anna Meacci, interventi che però superano spesso la dimensione pur nobile dell'ilarità per accedere agli stadi del coinvolgimento totale degli spettatori e della riflessione, soprattutto quando l'attrice rilegge Leonardo Sciascia o reinterpreta da par suo La cicala e la formica versione Jean de La Fontaine, per concludere con efficacia tragicomica: «Il mio 'vorrei'? Che giunga fino a Roma: basta con i sacrifici, vogliamo la schiavitù!».
«È andata bene, siamo state ben accolte - commenta a fine spettacolo Mariella Nava - Adesso abbiamo la voglia di salire di nuovo sul palco insieme e spero anche che il pubblico faccia partire il passaparola per far venire altra gente a sentirci. L'interazione con Anna è avvenuta in modo naturale. Come siamo state sul palco, così siamo nella vita: una battuta, un sorriso, un'idea. Ci siamo dette di andare sulla base dell'improvvisazione a ruota libera ed estemporanea. Sono stati con noi, oltre ai nostri musicisti, i vari Morandi, Dalla, Modugno, che per me sono stati una grande scuola e insieme una vera fortuna: non capita a tutti di incontrare personaggi così e li ringrazio per avermi insegnato e per avermi aggiunto valore, comprendendo che io questo lavoro lo amo veramente. Collaborando con loro ho forgiato me stessa: mi hanno allenato a scrivere sempre meglio, che è una cosa difficile da fare!».
La pioggia che ci attende all'uscita dal teatro non smorza la nostra attività sentimentale e cerebrale, felicemente indecisa se abbandonarsi ai brani evocativi di Mariella o alle pungenti provocazioni di Anna, per poi optare per una serena oscillazione tra le due facce della medesima medaglia.


22 e 23 novembre 2013
Teatro Lumiere Via di Ripoli 231
FIRENZE

Mariella Nava in acustico

Mariella Nava piano e voce, Sasà Calabrese contrabbasso, Roberto Guarino chitarra acustica, Salvatore Cauteruccio fisarmonica.
Con le esilaranti incursioni di Anna Meacci.

Informazioni. tel.055.6821321 oppure 370.3014987

@il_trillo

per scrivere a iltrillo.eu invia una mail a info@iltrillo.eu o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".