A+ A A-

[r] Paola Quattrini è Dora in Oggi è già domani. Con lei rivivono Pietro Garinei e Armando Trovajoli

  • Scritto da Enrico Zoi

Oggi è già domani è una commedia di Willy Russel che il compianto Pietro Garinei riprese proprio in quel 2006 in cui poi scomparve, con le musiche originali di un big come Armando Trovajoli, assente dalla scena della vita da poco più di un anno, e con Paola Quattrini come protagonista, attrice versatile di teatro, grande e piccolo schermo. L'adattamento di questo testo british, che ha girato per i teatri di tutto il mondo, è di Iaja Fiastri.
Dal punto di vista dei contenuti, la storia conduce lo spettatore in un àmbito tematico analogo a quello dell'ottima cinematografia (italo)americana tra Sixties e Seventies (Non torno a casa stasera, Alice non abita più qui): la vicenda è infatti quella di Dora, casalinga con consorte distratto, esigente e spesso assente da casa e due figli ormai grandi e un po' egoisti, che si rammentano di avere una madre solo quando hanno bisogno di aiuto. La sua parrebbe una vita priva di colori o slanci, tuttavia la carica di energia e vitalità che la donna ha dentro di sé trova uno sfogo alla solitudine, una sorta di amico che a suo modo la ascolta: il muro della cucina di casa!
A quella parete, Dora racconta sogni, desideri e momenti belli del passato, come passa le sue giornate e gli incontri che fa, più o meno divertenti: l'antipatica vicina di casa, la sorprendente compagna di scuola, un cane vegetariano e Pia, la sua unica amica, femminista. Da quest'ultima Dora riceve l'occasione per evadere: è così che parte per la Grecia proprio con Pia, che poi tanto pia non è perché trova subito da vivere un'avventura amorosa e lascia sola Dora per un insolito finale a tre possibili vie di uscita: un esito, quale delle tre opzioni si scelga nell'interpretazione, comunque di speranza.
Paola Quattrini sembra non sentire le primavere, né nel fisico né nella verve professionale ed emozionale, a dispetto dei suoi 65 anni di attività, avendo esordito in età prescolare nel film Il bacio di una morta (Guido Brignone, 1949). L'attrice romana disegna con estrema disinvoltura la figura di una donna apparentemente confinata nel suo ruolo di subordinata casalinga: domestica, sì, ma non doma.
Dora, infatti, pur rimbalzando dialogicamente contro una parete, non è né piccola né fragile e la pazza idea dell'amica, pure lei per la verità un po' fedifraga, di piantare baracca e burattini, lasciando al suo destino e all'alimentazione da congelatore un marito che, nella sua virtualità teatrale, finisce per ricordare il Claudio Bisio (e il complice Rocco Tanica) della spassosa Rapput, questa folle prospettiva sentimentale di un viaggio rigeneratore nella vicina patria degli dei e del bel mare prende corpo sempre di più in lei. E alla fine diventa realtà.
Nella nuova dimensione geografica ed esistenziale, Dora troverà la chiave che aprirà gli scrigni di altre soluzioni alla propria vita, scoprirà appartenenze e dimensioni diverse dalla via consueta e saprà porsi in maniera inedita di fronte alle sfide del nuovo quotidiano possibile.
Ritmo, immediata empatia con il pubblico, forte immedesimazione nel personaggio: Paola Quattrini è energia pura e con lei questo testo, in scena da molti anni, sembra rinascere ogni sera. Anche per la commedia di Russel, non solo per Dora, oggi è già domani.


14, 15, 16 marzo 2014
Teatro Lumiere
, via di Ripoli 231
FIRENZE

Pietro Mezzasoma presenta Paola Quattrini in
Oggi è già domani
Di Willy Russel.
Adattamento Iaja Fiastri.
Regia Pietro Garinei.
Musiche originali di Armando Trovajoli

Informazioni: tel.055.6821321

@il_trillo

per scrivere a iltrillo.eu invia una mail a info@iltrillo.eu o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".