A+ A A-

Roberta Mengotto e Viviana Zanardo, Good Vibes Trio, Sally Pinkas ed Evan Hirsc ad Aymavilles (AO)

  • Scritto da Il Trillo
Il Festival Internazionale di Musica da Camera che si svolge presso l’Auditorium di Aymavilles (Aosta) giunge alla sua sesta edizione e vede il pianoforte protagonista indiscusso della rassegna. Si comincia martedì 4 agosto con il duo formato da Roberta Mengotto e Viviana Zanardo, protagoniste di un recital per due pianoforti che esplora il repertorio francese del Novecento. Sono infatti degli anni Cinquanta la Sonata e l’Elégie di Francis Poulenc che introducono il concerto. Un balzo di vent’anni indietro ci porta nella Parigi del 1937 dove Darius Milhaud scrisse la suite Scaramouche in occasione dell’esposizione universale, mentre del 1915 sono i tre capricci di Debussy che portano il nome di En blanc et noir e del 1901 Lindaraja
Il concerto del 7 agosto, invece, vede protagonista la musica jazz del Good Vibes Trio, che vede al pianoforte Beppe Barbera, alla batteria e al vibrafono Lorenzo Barbera e al basso elettrico Maurizio Amato. Il loro repertorio spazia da composizioni originali del pianista del gruppo, a rivisitazioni e arrangiamenti di brani appartenenti alla tradizione jazzistica, con anche brani più movimentati, quasi funky. La parola d'ordine è "improvvisazione", come ci si aspetta da un autentico concerto jazz, e confido rappresenti una piacevole variazione all'interno di una rassegna di per sé dedicata alla musica da camera.
Unico recital solistico della rassegna il 12 agosto con Maurizio Moretta, primo premio nella settima edizione del Viotti. Dedicata al classicismo viennese la prima parte della serata, con la Fantasia in do minore KV 396 di Mozart, opera rimasta incompiuta e terminata probabilmente da Maximilian Stadler, e la Patetica di Beethoven, Sonata giovanile che già preannuncia le caratteristiche fondamentali del successivo stile eroico del compositore. Due Notturni e la Fantasia-Improvviso di Chopin aprono la seconda parte che si conclude con i Tre Preludi di George Gershwin con le loro influenze della musica afroamericana.
A chiusura del Festival, il 14 agosto, un altro duo pianistico di levatura internazionale formato da Sally Pinkas ed Evan Hirsc per un programma di sicuro impatto. In apertura l’Andante con Variazioni KV 501, mirabile esempio della tecnica della variazione mozartiana, cui seguono i 6 pezzi op. 11 di Rachmaninov. Dall’inesauribile miniera di capolavori a quattro mani di Franz Schubert il Rondò D 951, scritto dall’autore cinque mesi prima della morte, e, per finire, i Souvenirs op. 28 di Samuel Barber.
 
dal 4 al 14 agosto 2015
Auditorium
AYMAVILLES (AO)

Festival internazionale di musica da camera

@il_trillo

per scrivere a iltrillo.eu invia una mail a info@iltrillo.eu o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".