A+ A A-

Teatro Verdi di Firenze, 2015/2016: in arrivo Belvedere, Brignano, Cuccarini, Fiorello, Gerini, Ghini, Neeley, Poli, Ruffini, Salemme, Teocoli

  • Scritto da Enrico Zoi
Prende il via il 21 ottobre la stagione del Teatro Verdi di Firenze, inaugurato ufficialmente il 10 settembre 1854 con il nome di Teatro Pagliano, in onore dell'imprenditore ed ex baritono genovese Girolamo Pagliano, famoso anche per uno sciroppo "centerbe di lunga vita" apprezzato all'estero. Una nuova annata di grandi nomi e autori, capace di alternare ancora una volta più generi di spettacolo. L'avvio è all'insegna della musica, con l'ultima produzione di David Zard, che presenta Romeo e Giulietta ama e cambia il mondo, di Gérard Presgurvic, uno Shakespeare rivisitato tra 3D, rock e romanticismo. A novembre arriveranno, prima, Billy Elliot il musical, dal film di Stephen Daldry del 2000, ispirato alla storia vera del ballerino Philip Mosley, con le premiatissime musiche di Elton John, per l'adattamento italiano e la regia di Massimo Romeo Piparo, poi l'affascinante proposta di Mummenschanz, I Musicisti Del Silenzio: mimica dei corpi e delle maschere che diventa arte ormai dal 1972.
Per l'ultimo dell'anno, dal 29 dicembre al 3 gennaio, approda al Verdi Un’ora di tranquillità, di Florian Zeller, con Massimo Ghini (anche nelle vesti di regista), Galatea Ranzi, Claudio Bigagli e Massimo Ciavarro, commedia moderna brillante e divertente, adatta per il passaggio di metà decennio e, soprattutto, mai rappresentata in Italia.
A gennaio sarà la volta di Vincenzo Salemme, autore, regista e interprete della nuova edizione di Sogni e bisogni, incubi e risvegli (l'artista campano sarà ospite del Teatro Verdi per l’ottava stagione!), e di Claudia Gerini, in Storie di Claudia. Insieme all'attrice romana, un corpo di ballo e un gruppo musicale dal vivo. Febbraio porterà nello spazio di via Ghibellina Lorella Cuccarini in Rapunzel il musical, liberamente tratto dalla fiaba dei Fratelli Grimm, e Daniele Russo e Elisabetta Valgoi in Qualcuno volò sul nido del cuculo, di Dale Wasserman, con la regia di Alessandro Gassmann, dal romanzo di Ken Kesey del 1962, dal quale Milos Forman trasse per il cinema l'omonimo capolavoro, interpretato da Jack Nicholson.
La primavera, a marzo, sarà ancora all'insegna della musica e del repertorio classico del '900, con la Compagnia della Rancia che presenta Giampiero Ingrassia e Giulia Ottonello in Cabaret, per la regia di Saverio Marconi. Anche qui il riferimento cinematografico è d'obbligo: siamo nel 1972 e l’omonima pellicola del 1972 di Bob Fosse fa di Liza Minnelli una star internazionale del film musicale. Chiudono ad aprile Luca Ward e Vittoria Belvedere in Tutti Insieme Appassionatamente: anche qui il cinema con l'omonimo film del 1965, interpretato da Julie Andrews, vincitrice di ben 5 Oscar.
Parallela a questi, che sono gli spettacoli in abbonamento, scorre la lunga striscia degli appuntamenti fuori abbonamento, che propone, sempre da ottobre ad aprile, la Nogravity Dance Company e il suo Dall'Inferno al Paradiso (spettacolo nato in occasione del 750mo anniversario della nascita di Dante ), I Legnanesi con La Famiglia Colombo, il Jesus Christ Superstar del mito Ted Neeley, il Balletto di Mosca La Classique, che propone Lo Schiaccianoci e Il lago dei cigni di Pëtr Il’ic Cajkovskij, coreografati da Marius Petipa, e poi il Pinocchio con Manuel Frattini, Enrico Brignano in Evolushow 2.0, i Carmina Burana, seguiti da Paolo Ruffini, con Io doppio - Il ritorno, quindi Loretta Grace in The Blues Legend il musical, con la regia di Chiara Noschese, il Balletto di Roma con l'Otello di Antonin Dvorak e Fabrizio Monteverde, quindi l'operetta di Carlo Lombardo Cin Ci La, i Catapult in Magic Shadows, e poi Grease, Aggiungi un posto a tavola e la Carmen con Eleonora Abbagnato.
In questo panorama, eterogeneo e brillante, si colloca, l'Evento Speciale di novembre: Rosario Fiorello in L'ora del Rosario, con la regia di Giampiero Solari.
Con il 2016, partirà anche la Stagione Teatrale OFF Verdi, con le sue collaborazioni in spazi diversi dalla casa madre, con artisti quali Lucia Poli e Teo Teocoli, e, a febbraio, la terza edizione (al Teatro Puccini) di Magicflorence, ovvero il trionfo dell'illusionismo a teatro.

Informazioni 

@il_trillo

per scrivere a iltrillodeldiavolo.it invia una mail a info@iltrillodeldiavolo.it o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".